Surroga : indagine su 10 banche che ostacolano la portabilità



L’ Antitrust ha avviato 10 istruttorie nei confronti delle banche per ostruzionismo alla portabilità dei mutui

La comunicazione ufficiale arriva dal presidente dell’ Autorità Antonio Catricalà. La legge Bersani prevede la possibilità per il cittadino di sostituire il proprio mutuo con uno meno oneroso a costo zero attraverso la surrogazione (cioè lo spostamento dell’ ipoteca da una banca all’ altra) che dovrebbe avvenire gratuitamente. Come già avevamo riportato su queste pagine, diverse associazioni dei consumatori avevano denunciato prontamente le pratiche scorrette di diversi istituti bancari in tema di attuazione della surroga gratuita.

Le istruttorie aperte dall’ Antitrust riguardano tutti i principali gruppi bancari italiani : Unicredit, Intesa SanPaolo, Bnl, Monte dei Paschi di Siena, Antonveneta, Deutsche Bank, Ubi Banca, Banca Popolare di Milano, Banca Sella e Carige. Secondo Catricalà, i clienti delle banche rinunciano a cambiare mutuo poichè le banche negano la surroga proponendo solo soluzioni similari, come la classica sostituzione, ma molto più onerose.

Mutuo : le trappole da evitare

La strada del cambio mutuo è spesso piena di ostacoli, spesso causati dalle stesse banche che con costi accessori e spesso non subito dichiarati, consigli errati, tempi lunghi, richieste di attese estenuanti mettono in campo vere e proprie trappole al fine di scoraggiare il cliente. Ovvio quindi che cambiare mutuo può diventare un’ avventura quasi autolesionista. Ma basta sapere come muoversi e far valere i propri diritti con voce ferma e sicura.

Surrogare o sostituire il vecchio mutuo

In entrambi i casi si tratta di cambiare il vecchio mutuo con uno nuovo e più conveniente. Ma con la surroga non si può modificare la cifra mutuata come invece nel secondo caso. Con la sostituzione del mutuo però i costi lievitano, a partire dall’ atto notarile, che avrà una parcella pari a quella di una nuova pratica.
Secondo Adiconsum spesso prevale la sostituzione perchè le banche offrono una liquidità aggiuntiva all'importo del mutuo da sostituire. Liquidità che spesso fa comodo anche se in effetti non è necessaria. In tal caso una parte della liquidità può essere utilizzata per coprire i costi accessori come ad esempio le spese notarili o la copertura sull'immobile.

L’ Abi, Associazione Bancaria Italiana sostiene che la maggior parte dei cambi mutuo avvenga per rinegoziazione, ovvero si ricontrattano le condizioni del mutuo con la stessa banca che l'ha concesso, ottenendo talvolta la riduzione di qualche decimo di punto percentuale sul tasso di interesse originario.

Il 60% degli italiani ha un mutuo... Il 50% non immagina quanto potrebbe risparmiare

Prenditi 2 minuti di tempo e fai subito una prova !

 

PREVENTIVO SURROGA

 

banner-feed-mail

Copyright © 2007-2012 - Surroga.net - Kredis di Midili Gianluca - Iscr. UIC 85755 - P.IVA 05868450965